INTRODUZIONE

  • Salve a tutti , ho deciso di creare ed integrare questa pagina nella sezione “ASSISTENZA” per cercare di aiutare più utenti possibili nella configurazione della famosa scheda DUET WI-FI.
  • In questa guida verranno elencati “alcune” delle tante funzioni che è possibile abilitare sulla DUET sfuttando al meglio le sue potenzialità.
  • La scelta di eseguire questa guida in Italiano è prettamente voluta , in quanto leggo spesso richieste di aiuto sui social e nei vari gruppi Telegram e Whastapp.
  • Premetto che molte pagine e immagini saranno importate e tradotte dai vari siti e forum inglesi dedicati , questa scelta non nasce per clonare ciò che già esiste , ma per semplificare il lavoro di molti utenti , sfruttando le nozioni apprese nel corso dei mesi sulle mie macchine.

AGGIORNAMENTO FIRMWARE

  • Mantenere aggiornato costantemente il Firmware della nostra DUET è il modo migliore per sfruttare al meglio le potenzialità di questa scheda e allo stesso tempo permette di correggere errori e bug legati alle versioni obsolete.
  • Le procedure per effettuare l’aggiornamento sono tre , una attraverso il WEB PANEL , una attraverso il già conosciuto YAT e l’ultima mediante l’utilizzo dall’applicazione BOSSAscaricabile al seguente link“. 
  • Come prima cosa procuriamoci i file necessari per effettuare l’aggiornamento al seguente link
  • Scarichiamo i file contrassegnati in rosso e mettiamoli al sicuro in una cartella del nostro PC.
  • AGGIORNAMENTO FIRMWARE SCHEDA TRAMITE WEB PANEL
  • A SCHEDA SPENTA estraiamo la micro SD e inseriamola nel PC utilizzando un lettore di card.
  • Apriamo la cartella “sys” e copiamogli all’interno il file “iap4e.bin” , scaricato in precedenza.
  • Reinseriamo la micro SD nella nostra DUET Wi Fi e accendiamola.
  • Portiamoci nel WEB PANEL , mediante il nostro indirizzo IP
  • Se utilizzate l’ultima versione di WEB PANEL recatevi nella sezione SYSTEM e selezionate UPLOAD SYSTEM FILES.
  • Ora selezionate il file “Duet2CombinedFirmware”  scaricato in precedenza.
  • Una volta caricato il file ci chiederà se vogliamo aggiornare subito e riavviare il dispositivo. Clicchiamo su YES e attendiamo il riavvio della scheda.
  • A questo punto l’aggiornamento del FIRMWARE DUET è stato eseguito correttamente.
  • Ora ripetiamo la stessa identica procedura , ma selezionando il file “DuetWiFiServer“. 
  • Perfetto , ora abbiamo la nostra scheda con Firmware scheda e Firmware WiFi Server aggiornati all’ultima versione.
  • AGGIORNAMENTO FIRMWARE SCHEDA TRAMITE YAT 

Se non è possibile connettersi a Duet da un browser , ma è possibile connettersi a Duet tramite USB utilizzando YAT 

  • Estrarre la scheda SD integrata e inserirla in un computer
  • Eliminare eventuali file del firmware esistenti in / sys (Duet2CombinedFirmware.bin, DuetMaestroFirmware.bin, DuetWiFiFirmware.bin o DuetEthernetFirmware.bin)
  • Copia il nuovo file binario del firmware nella cartella / sys . Per una Duet WiFi o Duet Ethernet , deve essere chiamato esattamente Duet2CombinedFirmware.bin sulla scheda SD.
  • Copia anche i file iap4e.bin (per Duet WiFi / Ethernet) o iap4s.bin (per Duet Maestro) in / sys
  • Se la tua scheda è una Duet WiFi , copia anche il nuovo file DuetWiFiServer.bin in / yss
  • Espellere / rimuovere in sicurezza la scheda SD dal PC
  • Inserisci la scheda SD nel Duet.
  • Riavvia il WiFi della Duet 2 e connettiti con YAT.
  • Inviare il comando M997 S0 per installare il firmware.
  • Premere il pulsante Disconnect in YAT, quindi quando la porta USB scompare e riappare circa 20 secondi dopo, premere Connetti.
  • Invia M115 per controllare la nuova versione del firmware.
  • Se la scheda è un Duet Wifi , inviare M997 S1 per installare il firmware del modulo WiFi
  • Nota: quando si esegue M997 S0, se la scheda è un Duet WiFi o Ethernet con vecchio firmware in esecuzione , è possibile che venga visualizzato un messaggio di errore che informa che il file DuetWiFiFirmware.bin o DuetEthernetFirmware.bin non è stato trovato. In tal caso , copiare o rinominare il file Duet2CombinedFirmware.bin su quel nome file e riprovare.
  • AGGIORNAMENTO FIRMWARE TRAMITE BOSSA 
  • Usalo solo se il firmware della Duet 2 è stato danneggiato , o se hai premuto accidentalmente il pulsante ERASE, quindi non puoi connetterti su USB con YAT anche con WiFi disabilitato nel config.g.

     

  • Prima di procedere , collegare la scheda Duet al PC usando un cavo USB e verificare se la scheda è visibile nell’elenco delle porte.

  • Sotto Windows puoi farlo andando in Gestione periferichePorte espandibili (COM e LPT) . Se l’elettronica della stampante Duet 3D è elencata, dovresti riuscire a connetterti usando YAT a meno che qualche altro programma stia già utilizzando la porta. Se la porta Bossa è elencata, il firmware è già stato cancellato. Se nessuno dei due è elencato:

     

  • Prova un altro cavo USB
  • Prova una diversa porta USB
  • Se si visualizza la porta della stampante 3D Duet , il firmware è già in esecuzione sulla Duet e si dovrebbe invece utilizzare la procedura di configurazione tramite YAT. In caso contrario continua a leggere.

     

  • Avrai bisogno di un PC Windows o Linux.

  • Scarica il file del firmware principale da qua.
  • Scaricare e installare Bossa 1.9.1 dal seguente link.
  • In alternativa, scaricare e installare SAM-BA versione 2.17 da qua.
  • Collega il Duet 2 al PC tramite USB.
  • Verificare che i LED 5V e 3.3V siano accesi prima di continuare.
  • Cancellare il firmware su Duet 2 con:
  • Premere il pulsante ERASE presente sulla scheda.
    • Caricare Bossa o SAM-BA. Di solito rileva automaticamente la porta COM corretta.
      • Passare al file Duet2CombinedFirmware.bin o DuetMaestroFirmware.bin da installare, quindi premere Scrivi.
      • Al termine della scrittura, premere Verifica
      • È anche possibile utilizzare la versione della riga di comando (bossac) con questa riga di comando (sostituire COMxx con il numero di porta COM corretto):
Blocca l'immagine
 
  • Nella casella Nome file di invio, immettere o selezionare il file Duet2CombinedFirmware.bin o DuetMaestroFirmware.bin da installare , quindi premere Invia file (lasciare l’ indirizzo al valore predefinito di 0x400000). 
  • Alla fine ti inviterà a bloccare la regione; 
  • Premere  .
    • Se lo si desidera, premere Confronta file inviato con memoria .
    • Premi il pulsante Esegui accanto all’opzione Avvia da Flash nella casella Script.
    • Quindi esci da SAM-BA.
  •  
    Blocca l'immagine
    • Premere Reset sulla scheda o su schede che non dispongono di questo pulsante, rimuovere e ripristinare l’alimentazione a 5 V (in genere fornita dal cavo USB).
    • Ora dovresti riuscire a connetterti via USB/YAT.

FIRMWARE RETRACTION

  • Una funzione che nel corso del tempo ho trovato molto interessante e utile , è far gestire la retrazione del filamento ,  direttamente al firmware della scheda. 
  • Tengo a precisare che questa funzione è stata testata e tutt’ora utilizzata SOLO CON SIMPLIFY 3D.
  • Per attivare la funzione , basta recarsi all’interno del file CONFIG.G , contenuto nella cartella SYS della microSD , inserita nella scheda.
  • Aprire il file con un editor di testo , “notepad ++” , scaricabile al seguente link .
  • Portiamoci verso il fondo del file e nella sezione “CUSTOM SETTINGS” inseriamo il seguente gcode                          M207 S1.1 F2400 T500
  • M207 attiva la retrazione da firmware
  • S indica la distanza di retrazione
  • F indica la velocità di retrazione
  • T indica la distanza di reinnesco filamento a seguito di retrazione
  • Voledo , dopo il valore T , si puo inserire anche il valore Z seguito da un numero e serve per attivare lo “Z-HOP”.
  • Ora che abbiamo attivato la nostra funzione di Firmware Retraction , inserendo i valori adatti alle nostre esigenze , rechiamoci nello slicer “SIMPLIFY 3D” nel mio caso.
  • Apriamo Simplify 3D ed andiamo nella tab “ESTRUSORE” e disattiviamo la retrazione togliendo il segno di spunta.
  • Ora andiamo nella tab “GCODE” e abilitiamo il comando “INCLUDI I COMANDI M101/M102/M103” mettendo il segno di spunta .
  • A questo punto possiamo generare il nostro GCODE , fare UPLOAD nella scheda Duet e in automatico verrà utilizzata la retrazione tramite FIRMWARE.

PRESSURE ADVANCE

  • Il Pressure Advance è una funzione , a mio avviso , molto utile per risolvere quei problemi estetici , legati alle fastidiose “cuciture” molto spesso evidenti sui pezzi stampati mediante tecnologia FDM , in corrispondenza del cambio layer durante la chiusura dei perimetri. 
  • Il Pressure Advance , tramite valori immessi nel firmware , è come se andasse ad agire direttamente sull’estrusore “disattivando” il motore spingifilo leggermente prima della fine dei vari perimetri e dei cambi di direzione , riattivandolo più delicatamente , in realtà agisce principalmente su accelerazioni e jerk rendendo più “morbida” la fase di arrivo e ripartenza.
  • Ovviamente non è una funzione MIRACOLOSA , ma , se settata nel miglior modo possibile , il miglioramento dal punto di vista estetico è veramente notevole.
  • Attivare la funzione è veramente facile.
    • Come nel caso precedente editiamo il file CONFIG recandoci sempre verso il basso nella sezione CUSTOM SETTINGS , aggiungiamo M572 D0 Sxx , (SOSTITUIRE LE xx CON IL VALORE A NOI INTERESSATO). 
    • Un buon punto di partenza è inserire come valore S0.05 aumentandolo via via di 0.01/0.02 alla volta
    • M572” ATTIVA IL PRESSURE
    • D0” IDENTIFICA IL NUMERO DI ESTRUSORE INTERESSATO
    • Sxx” E’ IL VALORE K CHE AGIRA’ SUL PRESSURE
  • ATTENZIONE
    • Se si utilizza una grande quantità di PRESSURE ADVANCE , l’estrusore potrebbe ritrarre il filamento alla fine di una mossa. Se quella mossa è seguita da un movimento di spostamento con retrazione del filamento , allora la quantità totale di retrazione potrebbe essere troppo grande per il tuo estrusore. Pertanto è necessario prendere in considerazione la riduzione della retrazione quando si attiva il PRESSURE.

      Quando l’accelerazione dell’estrusore cambia , la velocità dell’estrusore deve cambiare istantaneamente. Se il jerk dell’estrusore configurato è troppo basso per consentire ciò , l’accelerazione dell’estrusore sarà limitata in modo da rispettare il valore jerk dell’estrusore massimo configurato e ciò potrebbe a sua volta limitare l’accelerazione di stampa. Pertanto , se il pressure advance rallenta la stampa , ciò potrebbe significare che il jerk dell’estrusore configurato nel comando M566 è troppo basso e va aumentato leggermente.

 

SALVATAGGIO AUTOMATICO

  • La funzione di salvataggio automatico è molto utile in caso di mancanza di energia elettrica per non gettare ore di stampa inutilmente , il sistema riconosce l’abbassamento della tensione (VALORE IMPOSTATO NEL FIRMWARE TRAMITE CONFIGURATORE ONLINE seguendo la mia guida) e crea automaticamente un file di salvataggio , contenente i valori di temperatura hotend , temperatura bed e velocità ventola di raffreddamento , oltre ovviamente a memorizzare le coordinate di lavoro.
  • Per essere sicuri che il firmware sia stato generato correttamente , controllare editando il file CONFIG.G , recatevi nella sezione AUTOMATIC POWER SAVING e controllate che ci sia il gcode simile a quello in foto (i valori possono cambiare a seconda della configurazione settata).
  • Ora dobbiamo creare un file e andarlo ad inserire manualmente nella cartella SYS contenuta nella microSD.
    • Con un editor di testo (io consiglio sempre Notepad++) dobbiamo creare un file nominandolo resurrect-prologue.g
    • All’interno di questo file scriviamo il gcode a seconda della nostra meccanica
      • PER STAMPANTE DELTA
        • M116; aspetta per temperature stabili
          G28; home tutti gli assi
          M83; estrusione relativa
          G1 E4 F3600; annullare la ritrazione effettuata nello script di interruzione dell’alimentazione M911
      • PER STAMPANTE CARTESIANA O CORE
        • M116; aspetta per temperature stabili
          G28 X Y; home asse X e Y sperando che la Z non si muova quando si disattivano i motori
          M83; estrusione relativa
          G1 E4 F3600; annullare la ritrazione effettuata nello script di interruzione dell’alimentazione M911 
  • Salvare il file e inserirlo nella cartella SYS.
  • Arrivati a questo punto dobbiamo creare una MACRO per richiamare il salvataggio in caso di perdita di tensione.
  • Creare una macro nominandola a piacimento (IO HO SCELTO “RESTART”) , all’interno del gcode della macro inseriamo semplicemente il comando M916.
  • A questo punto in caso di mancanza di tensione e spegnimento della stampante , importante è non toccare nulla , basta premere la macro appena creata e se tutto è stato configurato correttamente la stampante dovrebbe riprendere dal punto in cui si era interrotta.
  • Consiglio sempre di fare un test lanciando una stampa demo e farla salire di un paio di mm in Z , a quel punto staccare la spina e farla spegnere. Ricollegare e provare un RESTART per assicurarsi che il sistema funzioni correttamente. 
  • NB. Il punto di ripresa stampa si vedrà inevitabilmente , quindi potrebbe essere necessaria un’operazione di POST PRODUZIONE per sistemare eventuali sbavature , cosa importante se tutto è andato bene è che i layer vengano allineati e che non vi siano traslazioni di X o Y dovuto a movimenti manuali degli assi. 

 

COLLEGARE UNA WEBCAM

  • Il WebPanel della DUET permette , tramite un URL , di configurare una WEBCAM o IP CAM , purchè sia in grado di generare un flusso video in streaming , in questo modo potremo controllare le nostre stampanti da remoto. Si può accedere anche alla nostra scheda e WEBCAM attraverso un servizio di DDNS
  • Per configurare la nostra camera basta recarsi nel WebPanel tramite indirizzo IP , nella colonna di sinistra recarsi in SETTING —- GENERAL come in figura.
  • Nella sezione “Webcam” inseriamo l’indirizzo IP locale ESEMPIO: HTTP://192.168.1.207:8081 (se gestiamo il WebPanel da locale) della nostra cam. Se gestissimo il tutto da remoto , esempio tramite inirizzo di un DDNS , digitare l’URL esterno per puntare direttamente la Cam.
  • Abilitiamo sulla destra “Embed webcam image in a frame
  • A questo punto se tutto è andato a buon fine ci ritroveremo con l’immagina riprodotta direttamente dalla nostra Cam cliccando sul Tab “Webcam” sempre nella colonna di sinistra.
  • NB. Per la mia configurazione ho utilizzato un Raspberry con installato MOTION EYE OS. Per configurare questo sistema puoi seguire la guida al seguente link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *